La Liturgia delle Ore: l’Ufficio delle Letture

L’Ufficio delle Letture rappresenta una delle Liturgie -a mio avviso- più belle. Accanto agli elementi che rendono ricca la Liturgia delle Ore nel suo complesso -i Salmi, i frammenti di Scrittura, etc- questo momento ci permette di entrare in contatto con alcuni scritti della tradizione, testimonianza diretta della realtà teologica e spirituale del tempo.

Collocati dopo la lettura biblica, rappresentano un nutrimento reale e concreto per tutti coloro che desiderano fondare la giornata su un momento prolungato di preghiera.

Si tratta di una delle molteplici le occasioni per condividere “pezzetti di storia“: l’Esicasmo e la Lectio Divina sono entrambe pratiche che, strutturatesi nel passato, hanno poi accompagnato la comunità cristiana nel presente.

Allo stesso modo, l’Ufficio delle Letture crea un ponte tra presente e passato, chiedendoci di porci in ascolto ed in discernimento, notando come “la sete di Dio” sia rimasta immutata nel tempo.

L’Ufficio sottolinea l’elemento tempo: la nostra relazione con Dio esiste nel tempo e richiede momenti -più o meno lunghi- di completa dedizione.

In che modo possiamo soddisfare questa esigenza?

Ne scriverò nel prossimo post!

 

 

 

 

Avvento e Lectio Divina

Buona sera!

Oggi, nelle nostre comunità, abbiamo iniziato il tempo di Avvento. Come descritto nei giorni scorsi, la proposta di preghiera del blog è la Lectio Continua del Libro di Isaia, un modo per mettere la Scrittura al centro della nostra esperienza cristiana.

Questa sera, mi sono soffermata sui versetti 1-9 del primo capitolo, riportando alcune riflessioni su un piccolo supporto.

Si tratta di parole che, ad una prima lettura, possono apparire aspre, ma credo che possano essere d’aiuto all’inizio di un periodo liturgico che ci invita alla conversione.

In questi primi versetti, emerge che il popolo si è allontanato da Dio, non riconoscendolo e non comprendendolo.

Questo può accadere anche nelle nostre vite di fede e preghiera, anche noi possiamo allontanarci e/o non comprendere.

L’Avvento ci offre un significativo arco di tempo per metterci in vigile attesa, realizzando le nostre lontananze.

In che modi possiamo concretizzare questa vigilanza?

Chi può aiutarci in modo specifico in queste settimane?

A presto!

dsc06803

 

 

 

 

Advent

Good evening!

Yesterday, I shared a brief ebook about a possible path for Advent: practicing Lectio Divina using the Book of Isaiah.

It’s in my language…but I’d like to share the path outside my Country, too.

It will start in November, 27th…so we have some time to get ready!

I simply chose four candles, some handmade coptic notebook…and a prayer rope to be put in my little domestic church!

dsc07136

As you can see, my “kit” is really very simple, as it is the prayer we’re going to share.

If it’s your first time with Lectio Divina, here there are some books you could find helpful:

Basil Pennington, Lectio Divina

Thelma Hall, Rediscovering Lectio Divina

And this is the Advent prayer rope…”Intimacy with God”

La corda da preghiera di Avvento, "Intimità con Dio".
La corda da preghiera di Avvento, “Intimità con Dio”.

It’s a traditional prayer rope, made to sustain our prayer time and our life in the faith…waiting our Lord Jesus Christ!

I hope you will join me in prayer…and feel free to write me for any question.

See you soon!